Skip to content

LE 10

REGOLE D’ORO

Secondo la definizione di OMS e FAO, possono considerarsi probiotici solo i “microrganismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”

1 - CONTROLLARE LA CARTA D’IDENTITÀ DEL PROBIOTICO

La confezione e l’etichetta del prodotto devono contenere tutte le informazioni utili per identificare il microrganismo: il ceppo, la dose, il modo d’uso. Per evitare qualsiasi rischio per la salute dei pazienti, è bene utilizzare solo ceppi batterici geneticamente ben definiti.

2 - PREFERIRE UN PROBIOTICO ENDOGENO NELL’UOMO

È importante che il ceppo sia stato isolato, brevettato e studiato e abbia evidenze scientifiche a supporto della propria efficacia e sicurezza: la provenienza dal microbiota umano è un valore aggiunto.

3 - EVITARE LISATI,
SPORE E BATTERI NON VIVENTI

Per essere efficaci e avere effetti positivi sul sistema immunitario, i lisati batterici devono essere somministrati costantemente, mentre le spore possono agire solo se si trovano in un ambiente favorevole alla loro germinazione.

4 - SCEGLIERE CORRETTAMENTE LA PREPARAZIONE

In commercio si possono distinguere due macro-categorie: quelle monoceppo e quelle multiceppo. Alcuni studi sostengono che la presenza di più ceppi batterici in una preparazione aumenti i benefici per l’organismo: questo solo se i diversi ceppi batterici lavorano in sinergia fra di loro: quindi, diventa fondamentale prescrivere soltanto quei mix di efficacia comprovata.

5 - FARE ATTENZIONE ALL’ANTIBIOTICO-RESISTENZA

La resistenza agli antibiotici può essere un aspetto positivo per alcune preparazioni probiotiche, utilizzate in contemporanea con la terapia antibiotica. Tuttavia, i batteri utilizzati non dovrebbero avere antibiotic resistance genes che possano essere trasmissibili a batteri patogeni.

6 - SCEGLIERE CEPPI RESISTENTI ALL’AMBIENTE GASTRICO

Affinché possano esercitare la loro funzione di biomodulatori, i ceppi batterici selezionati devono essere in grado di resistere all’ambiente acido del tratto gastrointestinale.

7 - PREDILIGERE PROBIOTICI CHE COLONIZZANO L’INTESTINO

Un buon prodotto dovrebbe contenere probiotici che riescano ad aderire al lume intestinale e replicarsi in modo efficace, in modo da contrastare l’azione dei microrganismi patogeni.

8 - ASSICURARSI CHE SIANO ATTIVI SUL MICROBIOTA

Nonostante i dati sull’interazione tra microbiota e intestino siano esigui, medici e farmacisti dovrebbero consigliare prodotti con una marcata attività intestinale. È bene ricordare che gli effetti benefici del probiotico sul microbiota intestinale non sono permanenti per cui può essere necessaria un’assunzione ripetuta ciclicamente.

9 - CONSIGLIARE PRODOTTI GENERALMENTE SICURI

I potenziali agenti patogeni sono esclusi con facilità prima della produzione su larga scala, attraverso i controlli microbiologici adeguati.

10 - RACCOMANDARE PROBIOTICI CON STUDI A SUPPORTO

Nella prescrizione di un probiotico non basta prendere in considerazione le sue caratteristiche intrinseche, ma anche il suo impatto su patologie specifiche. È fondamentale, in questo senso, prediligere e prescrivere solo probiotici dall’efficacia clinica documentata.

I NOSTRI

PRODOTTI

PER ADULTI

FlorVis GG

Contiene 6 miliardi, garantiti fino alla scadenza, di Lactobacillus rhamnosus GG ceppo depositato ATCC 53103: il probiotico con TUTTE LE CARTE IN REGOLA e L’EFFICACIA MEGLIO DOCUMENTATA nella DIARREA.

Triflorvis

Formulazione probiotica brevettata con innovativo meccanismo d’azione nell’ IBS (Intestino Irritabile).
Efficace sul miglioramento
significativo della Qualità di Vita del paziente con IBS, e riduzione dell’ipersensibilità viscerale.

FlorVis TRANSIT

Un nuovo simbiotico che, con due bustine al giorno, consente un’assunzione quotidiana di fibra prebiotica.

MeteoGas

Innovativa ed unica formulazione con due attivi ad azione complementare, utili per eliminare il gas in eccesso ed a proteggere l’intestino. Contro Meteorismo, gonfiore addominale Ed effetto protettivo sulla mucosa contro L’irritazione intestinale

La nostra ambizione: diventare un punto di riferimento internazionale nel campo della gastroenterologia e della dermocosmesi.